Assistenza Post Vendita Croce o Delizia?

Certamente hai acquistato la tua bella stufa a pellet e come molti ignorano, non basta la stufa nuova per non avere i problemi. Purtroppo gli intoppi possono capitare e bisogna mettere in conto anche questo prima di fare l’acquisto.

Attenzione a quello che arriva dopo

Argomento importante da affrontare durante l’acquisto di una stufa/generatore/caldaia a pellet è l’assistenza.

Specifico che l’assistenza non è importante quando si parla di semplici stufe, camini non ventilati o cucine a legna perchè una volta installate correttamente i problemi che possono esserci successivamente sono minimale e risolvibili con il semplice acquisto di materiale di ricambio.

Tutt’altro è invece l’assistenza post vendita (sia in garanzia che fuori garanzia) di tutti gli altri generatori.

Nel tutti specifico:

  • stufe a pellet
    • stufe ventilate
    • stufe canalizzate
  • thermo stufe
    • sia legna che pellet
  • camini
    • ventilati a legna
    • qualsiasi tipo a pellet
  • thermo camini
    • legna
    • pellet
  • caldaie
    • legna e pellet
  • cucine
    • a pellet
    • thermo cucine a legna

Questi prodotti necessitano di un’assistenza professionale perchè contengono particolari e componeti elettrici ed elettronici

Quando il display va in errore e altro non puoi fare che chiamare l’assistenza…

Ti faccio una premessa:

Devi sapere che esistono, o sono esistite, fabbriche eccezionali che producevano stufe a legna e che con l’avvento del pellet sono fallite.

Esse non sono fallite perchè la vendita è calata, ma bensi perchè quando è servita assistenza al consumatore finale (che potresti essere stato anche tu), questa o non c’era oppure peggiorava la situazione lasciando l’utente scontento del prodotto che forzatamente optava per soluzioni alternative.

La tua stufa senza assistenza è perduta….

Si fa strada la stufa a pellet

Ma anche con questo prodotto non fu sempre rose e fiori. La stufa a pellet è dotata tutt’ora, di una centralina che regola l’ingresso di aria per la combustione. Il primo problema che insorgeva era che questa poteva non essere regolata correttamente o peggio ancora non installata in modo conforme. Si creavano così croste e blocchi di stufa e la stufa non funzionava più per errori di sicurezza o per errori nell’espulzione dei fumi.

Bisognava allora contattare l’assistenza,che se andava bene e l’acquisto era stato fatto seguendo un iter di installazione e non con il fai da te, poteva anche risolversi bene ma molte volte, e diciamo pure la maggior parte delle volte c’era da mettersi le mani nei capelli.

canna fumara intasata per una scorretta combustione e temperatura dei fumi

Perchè ti dico questo? Molti credevano e credono che una stufa a pellet sia da considerare come le vecchie stufe, che uno si portava a casa e installava e accendeva senza fatica.

Quindi proliferavano gli acquisti di stufe on-line e installate come sentito dire che era la mossa peggiore da fare. Oggi è impensabile, non solo perchè è multabile, e poi quando si sviluppa problemi c’è da riprendere tutto dall’inizio alla fine. I che significa anche controllare e, se non conforme, rifare l’installazione. Una scorretta combustione blocca i fumi, crea condensa che rovina molti materiale e crea il pericolo d’incendio a temperature oltro i 1000°.

Iniziarono a moltiplicarsi le lamentele dei pelletzionisti è la principale era proprio quella di problemi irrisolti.

Questo problema nasce all’origine!

In Italia per non affrontare il problema reale, quello che per avere un stufa che funzioni perfettamente occorre investire nell’installazione, sono stati creati centri di assistenza senza formazione adeguata per poter avere in cambio dei clienti con i quali si guadagnerà in futuro con l’assistenza.

Voglio chiarire che non tutti sono cosi, perchè altrimenti non esisterebbe un cliente soddisfatto con il pellet e lo stesso mercato non avrebbe preso piede.

Ti parlo di una fetta di clienti, molto spesso fai da te che vanno alla ricerca della stufa economica pensando che quello che costa di più sia solo un truffatore!

Esempio pratico sono le auto.

I marchi più venduto e più affermati sono esteri ed hanno dalla parte loro confort, durata e assistenze professionali che tappano il buco prima che avvenga un cratere.

I generatori a biomassa sono uguali…

Gli austriaci forniscono le caldaie prive di software, crenado la conseguenza che ad ogni accensione il loro tecnico specializzato vada ad accenderla per controllare che sia fatto tutto secondo la loro volontà.

Credi che sia estremo?

Effettivamente lo è, ma i dati parlano chiaro. Quasi nessuno ha problemi con questi impianti.

Ovviamente il cliente non ha la sorpresa del collaudo perchè è tutto affermato prima dell’acquisto!

In conclusione

Quindi, quando sei in procinto dell’acquisto di un generatore che sia estero o italiano, chiedi esplicitamente, come avviene l’assistenza?

E ricordati di non accontentarti di queste risposte:

  • non abbiamo mai avuto problemi
  • se caso ci fossero problemi usciamo direttamente noi ( Ricorda sempre che nei periodo dove inizia il freddo iniziano le accensioni e di conseguenza i problemi, e che le aziende sono sommerse dalle richieste di installazione di conseguenza mettono in secondo piano l’assistenza)
  • stanno formando tizio o caio e a breve sarà pronto

Stai in campana e segui i suggerimenti di Fuoco Sicuro, ti aiuteranno a non incorrere in sonore fregature

Continua a segure i nostri articoli o rileggili tra le nostre guide.

Vuoi stare tranquillo nei tuoi acquisti? Affidati ai professionisti del calore di Fuoco Sicuro contattaci ora! Con tanti servizi ti garantiamo la sicurezza di installazioni a regola d’arte, servizio di manutenzione, pratiche per incentivi. Con Fuoco Sicuro potrai goderti il calore della tua casa in tutta sicurezza!

clicca qui se vuoi ricevere una consulenza gratuita

A presto con il prossimo articolo che parlerà del terzo pericolo: la conoscenza.

Facebook
Facebook
YouTube
Twitter
LinkedIn

Commenti

commenti