Ti meriti la casa calda!

La chiamata di ROSI

Ad aprile non ti scoprire e a maggio vai adagio

Maggio e giugno sono mesi bellissimi. Sono i mesi in cui si alzano le temperature, abbandoni la maglietta della salute e mostri al mondo la pellet.

Anche il nostro corpo esce dal letargo e grazie ai suoi ormoni lo stato d’animo si trasforma.

Non solo dentro ma anche fuori tutto cambia.

Culinariamente e climaticamente ciliegie, susine e albicocche aprono la strada all’estate.

Tutto questo è merito delle giornate più lunghe e delle temperature che aumentano, abbassando, così, la percentuale di influenze (quando tutto fila liscio)

le sorprese amare di questo periodo?

E’ bello perchè il caldo non è afoso, si sta al sole rilassandosi, senza sudare in eccessivamente e le piscine si aprono scoprendo il risultato degli allenamenti invernali.

Questa è però una stagione di mezzo. Non è ne calda, ne fredda.

Il sole riscalda l’ambiente ma…

Fuori, quando c’è il sole la temperatura è perfetta ma le case possono non essere ancora autosufficienti. Specialmente se arrivano perturbazioni.

Quando si resta fregati?

Questa sensazione me l’ha fatta vivere qualche giorno fa Rosi.

Puoi venire ad aiutarmi?

Ho la casa con cappotto, tripli vetri ma sto patendo un gran freddo!

Avendo una casa coibentata, ha scelto il riscaldamento a pavimento con una bella pompa di calore.

Soltanto che con il caldo di inizio maggio il riscaldamento a pavimento è andato in ferie (per tornare non basta 1 giorno) e gli split non scaldano abbastanza il salone con la scala aperta.

Pompa di calore

Come già scritto in mille articoli, la pompa di calore ha un  potere riscaldante pari a un fuoco di carta (la carta brucia ma non scalda)

In questa casa pur troppo il calore non è sufficiente e resta freddo il posto più vissuto; cucina e sala.

Per Giunta è anche accompagnato dal clima instabile che ha rede, lei e la sua famiglia insoddisfatta.

Può essere che sia capitato anche a te, che in questa stagione non riesci a vivere bene la casa e senza stravolgere, ed avere pentintimenti, il risultato migliore è quello scaldare il punto in cui mangi e ti rilassi.

Tutto questo viene fatto in modo economico, ecologico e veloce.

  • Economico perchè consuma poco
  • ecologico perchè se non serve non va e se serve consuma solo per quel poco
  • veloce perchè in meno di 20 minuti ti ha servito

Il riscaldamento a pavimento non si spegne velocemente (e non si accende velocemente).

Nella mezza stagione, per non sprecare inutilmente energie, resta spento perchè quando esce il sole la temperatura sorpassa i 25°.

Con questo puoi comprendere che l’isolamento della casa non ti salva in tutte le circostante è sicuramente un investimento che fa risparmiare e se ne hai la possibilità va fatto, ma questa moda che ti illude di nuovi strumenti moderni miracolosi, non sono la soluzione ottimale per le tue necessità.

Facebook
Facebook
YouTube
Twitter
LinkedIn

Commenti

commenti

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.