Stufe e caldo o caldaia e freddo?

Vuoi avere più caldo?

Solitamente quando si parla di stufe (sia pellet o legna) molti vanno a parlare in modo economico senza fare dei conti,  valutando semplicemente di andare a legna o pellet solo per risparmiare senza considerare anche altri benefici!

Ma risparmiare il caldo?

In tanti infatti pensano che stare con i 20 gradi in casa si stia bene.

Ma col cavolo si sta bene a 20° in casa. A 20 gradi stai bene a fare le salite in bicicletta ma le discese c’è già freddo! Il corpo sta bene quando ci sono 22°/25° e sicuramente ti godi di più la casa. Con le caldaie a gas in case di classe B scaldare a gas diventa impegnativo, se poi vai alla classe C è costoso dalla D in poi è un suicidio!

E’ come bestemmiare a Natale perché se tu pensi che se vai a bio massa spenderesti la metà!

Non solo risparmi ma scaldi!

Ti scrivo la mia storia.

Quando mi sono sposato nel 2007 (avevo appena compiuto 23 anni), casa mia a Sarginesco, la scaldavo con il gpl, o meglio dire consumavo gpl, perché casa mia stava a 20 gradi e non riuscivo ad aumentare.

Mi ricordo che non mi godevo i film sul divano. Poi ho messo la mia prima stufa a pellet e raggiungevo tra salotto (dove era posizionata la stufa) e cucina i 25°. Tutta un altra storia!

Ma perché il gpl non scaldava?

Non è colpa del gpl/gas in se ma di come funzionano quasti generatori e della loro fiamma. Solitamente le caldaie a gas hanno il vantaggio (nei confronti della bio massa) di accendersi e spegnersi in modo quasi immediato e da li parte il loro modo di funzionare.

  1. La caldaia a gas si accende in modo immediato
  2. la caldaia a gas si spegne in modo immediato

Facendo cosi, il progetto è di far andare la caldaia fino a quando l’ambiente non è caldo e così il termostato di zona chiude l’impianto di riscaldamento e la caldaia ha l’ordine di spegnersi. Fatto questo la temperatura dell’acqua incomincia a scendere e non crea più lo scambio termico (cioè non scalda più).

Questo deve essere fatto perché il gas ha questi punti deboli:

  1. Non sai quanto ne stai consumando
  2. non puoi caricartelo manualmente
  3. non sai quanto spendi
  4. non sai quando lo finirai

In altre parole potresti spendere tanto senza avere caldo ed esserne consapevole.

Qualche mese dopo sposato ero andato a vivere a Pozzolo sul Mincio (il paese natale di mia moglie) in un appartamento in affitto. Questo appartamento non aveva la stufa a pellet ma una caldaia murale a metano. Solitamente non riuscivo ad avere più di 20° ed in oltre si faceva molta muffa sui muri. Spendevo circa 400€ ogni 2 mesi di gas ed effettivamente non era una gran cifra.

Soltanto che il 15 di luglio del 2008 (mi ricordo la data perché il 20 andavo in vacanza) mi è arrivato un bel conguaglio di 920€. E li super giramento delle uova adiacenti alle mie gambe per 2 motivi:
HO AVUTO FREDDO
HO SPESO TANTO

La cosa brutta che capita con i gas è che hanno un sistema di funzionamento che non ti permette di scaldare tanto. Accendi e spegni! Il riscaldamento è come una maratona di  42000mt non una gara di 100mt. Per vincere i 100mt devi dare tutto in pochissimo tempo mentre la maratona la vinci con il passo e la resistenza e cosi anche il riscaldamento!

Devi trovare la temperatura giusta e riuscire a mantenerla con meno sforzo questo ti permette di NON SPENDERE un patrimonio e avere caldo!

La fiamma del gas è una fiammetta concentrata e per vedere quella fiamma è come vedere i soldi del tuo porta foglio che prendono fuoco.

Pensa che brutto dover pagare una bolletta invece di una bella vacanza al mare!

E’ una brutta cosa arrivare a casa e non trovare quell’armonia piacevole e quella sensazione di benessere del giusto caldo, poter stare in pantofole sul divano con i piedi e le mani calde! Quando la casa non è calda al punto giusto è facile avere freddo ai piedi e alle mani, non puoi neanche accarezzare la tua donna perché gli fai venire i brividi del freddo e ti tocca stare da solo.

Ti ritrovi con bollette alte da pagare, la casa fredda e con la moglie incazzata!

Essere in casa al freddo è brutto, ammettilo. Smettila di pensare che a 20 gradi si sta bene. Senza pensare che se mangi di gusto e poi stai al freddo ti si blocca la digestione. Cosi ti ritrovi senza soldi per la vacanza, il pacchetto di fazzoletti sempre in tasca, la moglie su tutte le furie e poi anche il volta stomaco.

come si vive con la biomassa?

Quando ho deciso di cambiare le caldaie a gpl sinceramente avevo paura pure io di non riuscire a stare bene. Questo perché nella mia mente restava il pensiero che se la caldaia a gas non riusciva a scaldare non ce l’avrebbe fatta neanche la caldaia a pellet in fondo tutte e due gli apparati scaldano l’acqua e la fanno a girare nell’impianto di riscaldamento.

Realmente (e per fortuna) non è stato cosi e in casa mia riesco a stare sul divano con una polo primaverile, mani calde ed addormentarmi sul divano senza coperta! Ci sarebbe anche un altra soluzione… VAI A VIVERE AI CARAIBI!

Sarebbe bello ma non alla portata giornaliera. Tutti noi amiamo la nostra casa perché la costruiamo, la vediamo e la amiamo come se fosse un familiare. Pensa ai terremotati, che vogliono tornare nella loro terra anche se trema. Non sono scemi, sono innamorati della loro casa e terra. Quindi per amarla ancora di più mettici i mattoni giusti non affrettarti al la cosa più comoda ed economica. Le caldaie a gas sono all’ordine del giorno degli idraulici e ti impallineranno con la solita storiella delle caldaie a condensazione, che consumano la metà, che funzionano e non ci pensi più. Si ma non ti dicono che scaldano solo nelle case di classe A!

A me piace molto vendere le mie soluzioni a che ha già una stufa a pellet o chi sta già andando a gas perché tutto quello che ti sto scrivendo me lo dicono tutte le volte che mi parlano. So già la prassi:

Devo scaldare perché a casa mia non c’è caldo o meglio c’è caldo ma non come vorrei… oppure si diciamo che non si sta male ma sai manca quel qualcosa che ti da di più…

Facebook
Facebook
YouTube
Twitter
LinkedIn

Commenti

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.