Stufe a pellet: fabbriche in guerra con le produzioni di pellet

STUFE A PELLET vs HOLZ-INDUSTRIE

Forse il titolo è un po’ esagerato. Ma, come in un ristorante, con una sala, 2 clienti, 1 un fumatore e l’altro un non fumatore? Chi ha la meglio alla fine? per tanti sicuramente il produttore di stufe. Anche se…

Tutti gli anni quando arriva il mio amico Wolfgang mi dice “quest’anno non ci sarà abbastanza pellet, fai subito scorta, se no ad ottobre finirà e rimarrai scoperto” (o almeno lo spera). Il giorno dopo arriva Matteo e mi dice “se gli austriaci facessero il pellet a prezzi più bassi si venderebbero più stufe” Poi arriva l’iva e lo mette nel bippp a tutti!

Senza dilungarmi sul prezzo del pellet (perché non è di questo che voglio parlare) ti voglio dire che la stufa a pellet se brucia un pellet buono la pulisci sicuramente meno!

Tutte le fabbriche di stufe, che vogliono avere un PRODOTTO DI QUALITA’, sono obbligate a certificare i propri generatori, con il pellet certicato En-plus A1, di conseguenza, nascono tutte tarate per quel tipo di pellet cioè un pellet di alta qualità.

Ma come mai?

Partiamo dall’inizio, la stufa a pellet deve essere un’evoluzione della stufa a legna…quindi per dare un ottimo servizio deve:

  1. accendersi automaticamente.
  2. avere una lunga autonomia di funzionamento.
  3. avere una resa superiore (cioè buttare fuori i fumi il più freddi possibile).

Grazie a molte prove si è riusciti ad ottenere questi risultati. Ci sono stufe ventilate con rendimenti vicini al 93%, cioè su 100 kg di pellet, ne vengono effettivamente bruciati 93kg. I fumi ad esempio, in stufe di alta qualità, escono attorno ai 110/135 gradi.

Dopo anni di mercato, sono almeno 4 i produttori di stufe che riesco a raggiungere tali prestazioni, ma sempre bruciando il pellet di alta qualità. Ormai quello che chiedono è di abbassare il prezzo del pellet per poter rilanciare il mercato delle stufe. Ma i produttori di pellet non ne vedono il bisogno perché credono che il loro prodotto sia ancora indiscutibilmente il migliore.

Con il passare degli anni ci sono state evoluzioni nel pellet e nelle stufe. Ma ancora oggi le migliori stufe e le migliori caldaie a pellet preferiscono bruciare il pellet di Abete scortecciato e sicuro, per dare una garanzia assoluta.

Ma come possono trovare l’ACCORDO OTTIMALE?

il pellet comunque è tornato a prezzi bassi, peccato l’intrusione dell’Iva. Ma se si aumenta il consumo sicuramente non diminuisce il prezzo, anche perché il pellet Austria viene prodotto con gli scarti del solo legno. Se gli austriaci iniziassero a pellettizzare anche scarti diversi? sicuramente perderebbero il nome. Ora siamo nel 2016, ma se nel 1969 se qualcuno è andato sulla luna…sicuramente usciranno altre novità!

Stufa a pellet p943m, piazzetta, alto rendimento ma consigliato pellet di alta qualità
Stufa a pellet p943m, piazzetta, alto rendimento ma consigliato pellet di alta qualità

 

 

 

Facebook
Facebook
YouTube
Twitter
LinkedIn

Commenti

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.