Le canne fumarie di una volta sono più sicure di quelle di oggi! NE SEI SICURO?

La canna fumaria in cemento

 

 

 

Con questo articolo troverai l’informazione importantissima che ti salverà la vita.

Si è sempre creduto che la canna fumaria in cemento sia già a norma, già pronta per essere collegata direttamente alla canna fumaria.

Per le case costruite in muratura, a meno di una richiesta specifica dell’acquirente, la canna fumaria standard è costituita da elementi in cemento come quelli nelle immagini qui sopra.

Ma il cemento è indicato per i fumi?

Prima che venisse redatta una norma specifica per le canna fumarie, si utilizzavano (e tutt’ora vengono definiti tali) gli elementi in cemento come CANNE FUMARIE.

Anche io quando ho iniziato a vendere le stufe ho creduto che quelle fossero canne fumarie: avevo 20 anni e mi arrivava molto materiale informativo dove erano presenti foto di stufe accoppiate a elementi in cemento. Fino quando tutto va bene siamo felici, ma quando iniziamo a vedere del fuoco uscire dal comignolo, lo siamo un po’ meno!

Come fa a svilupparsi un incendio nella canna fumaria?

Dal momento che i loro fumi sono sotto i 190° (per le stufe con un elevato rendimento), tutti pensano che le stufe a pellet abbassino il pericolo dell’incendio nella canna fumaria.

Non c’è nulla di più falso che sostenere che una stufa a pellet non può generare incendi.

L’incendio non si sviluppa solo quando i fumi sono troppo caldi, al contrario, quel tipo di incendio è meno pericoloso dell’incendio della fuliggine presente nella canna fumaria. La fuliggine si deposita nelle pareti della canna fumaria, specialmente quando i fumi sono meno caldi.

  • fumo più caldo= canna meno sporca con meno resa e più spesa
  • fumo meno caldo= canna più sporca con meno spesa e tanta resa

Prendi le frasi sopra come frasi semplificate per rendere meglio il concetto, non essere puntiglioso perché in questo argomento si potrebbe scrivere un libro.

Come mai si incendia la fuliggine?

L’incendio della fuliggine è come la febbre per una persona, quando hai troppi batteri, il corpo alza la temperatura e li spurga. L’incendio arriva quando dentro alla canna fumaria c’è tanta fuliggine depositata. Più è sporca e più continua a sporcarsi.

Ad un livello molto alto di deposito, la fuliggine inizia a ostruire il passaggio di fumo (aumentando anche la pressione), mentre i fumi causano l’innalzamento della temperatura che all’interno della canna. Per spiegarmi meglio: il fumo fatica ad uscire, e i fumi aumentano fino a surriscaldare la fuliggine, che si incendia, arrivando anche a 1000°.

Quando la tua canna fumaria non ha le distanze corrette, rischi che ti bruci il letto di legno!

Ti sembra che esageri? INVECE NO, se hai il tetto in prossimità della canna fumaria, i 1000° ti incendierebbero il legno in pochi minuti.

Tutto quello che ho scritto fino a qui è per spiegarti meglio la canna fumaria in cemento.

Quello che ho scritto per la fuliggine è un invito a NON USARE UNA CANNA FUMARIA IN CEMENTO COME SCARICO FUMI. La canna fumaria in cemento non è una canna fumaria utilizzabile, al massimo un porta canna fumaria.

In altre parole, tutte le canne fumarie in cemento (come quelle in foto) non possono e non devono essere usate come canna fumaria diretta.

Che cosa ha il cemento che non va?

Il cemento è molto poroso, fa incollare le sostanze derivate dalla combustione che si depositano creando uno strato spesso. Il cemento non vale come una doppia parete e non va bene per i fumi.

Dopo aver letto questo articolo, saprai più tu di canne fumarie che il 90% dei venditori e degli installatori di stufe presenti sul mercato italiano. Quando l’importante è vendere, ti raccontano che è sufficiente scaricare i fumi sul tetto. Nel caso tu abbia poi un tetto in legno e una canna fumaria in cemento, il mio consiglio è di utilizzare la stufa come oggetto d’arredo, non come fonte di riscaldamento,

Si sa per certo che le stufe a pellet o legna scaldano velocemente e economicamente, regalandoti l’emozione del fuoco.
Se però non fai le opere corrette e a norma, può diventare la più brutta esperienza della tua vita: non auguro a nessuno di essere vittima di un incendio – nemmeno a quelli che, ritenendosi più furbi, hanno risparmiato (magari 1.000 €, magari meno) sulla propria sicurezza.

Il sistema di vendita in Italia rischia di portare più danni che benefici. A pubblicità che promettono pellet ultra economico corrispondono venditori che non spediscono oppure che chiedono sovrapprezzi al momento di scaricare la merce.
E per fare questo le pensano tutte: inserendo clausole minuscole che difficilmente riusciamo a leggere.

Poi si dice, la gente è diffidente

I venditori hanno talmente paura di perdere vendite che preferirebbero vedere i propri clienti perdere un polmone!
MA STIAMO SCHERZANDO?
Molti venditori non investono sulla formazione, di conseguenza non sono preparati per installazioni a regola d’arte. Allo stesso tempo non sono in grado di garantire LA TUA sicurezza.
Non possono fornirti alcuna garanzia, la strada più semplice per loro è fare tutto AUMMA AUMMA!

Un aneddoto che ti succederebbe se…

Era il natale del 2013, Francesco P. aveva montato da poco la sua thermo stufa a pellet Piazzetta P963 Th. Era felicissimo di avere finalmente la casa calda e il consumo di pellet sotto controllo. Sapeva che tutti i giorni risparmiava il 60% dalla situazione precedente.

Il 23 di dicembre stava finendo di pulire la taverna per la cena della vigilia, quando senti la voce strillante della moglie. La moglie vedeva le scintille che volavano fuori dal comignolo accompagnate dal fuoco.

La scena era inquietante

Francesco senti dentro la taverna anche l’odore di  bruciato… erano le perline che si stavano carbonizzando!!!

Come salvarsi dal PANICO TOTALE

Francesco non sapeva più cosa fare.  Aveva la moglie preoccupata, la bimba che piangeva, e lui che se la stava facendo sotto dalla paura di perdere tutta la sua VITA.

Chiamò immediatamente i vigili del fuoco, che dopo 10 minuti arrivarono, andarono sul tetto a spegnere le ultime braci all’interno della canna fumaria e raffreddarono con l’estintore le perline che rivestivano i muri.

Francesco salvo tutto, ma ci volle tempo per ripristinare la taverna, sostituire le perline, pulire dallo sporco fatto della schiuma anti fuoco e sbarazzarsi dell’odore di fumo…

Salvato con danni morali e economici

Il risanamento della casa con la messa a norma gli costo più di 9000€. Tutto questo sarebbe stato evitabile da una CANNA FUMARIA sicura e certificata.

Dopo averti educato su quanto approssimativa e insicura sia la soluzione della canna fumaria in cemento sono a consigliarti a non lasciare nulla al caso!

Qui sotto hai la possibilità di fare domande e richiedere informazioni, ma anche di raccontarmi la tua esperienza, per tutti noi che vogliamo calore e sicurezza!

 

Facebook
Facebook
YouTube
Twitter
LinkedIn

Commenti

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.