Come smettere di buttare soldi in riscaldamento

[et_pb_section admin_label=”section”][et_pb_row admin_label=”row”][et_pb_column type=”4_4″][et_pb_text admin_label=”Testo” background_layout=”light” text_orientation=”left” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid” text_font_size=”16″ header_text_color=”#ffffff”]

Come smettere di buttare soldi in riscaldamento

Sei stanco di buttare via i soldi in riscaldamento e stare al freddo?

Spesso, una delle cose più brutte che possono capitare è quella di avere dei micro infarti quando guardi dentro la cassetta delle poste, ti sarà già capitato di ritrovarti una bolletta molto salata. Ancora più brutto è sapere che stai spendendo e la casa è comunque fredda.

1 – Come scaldare casa senza avere l’incubo del termostato da regolare

Dopo una giornata intensa di lavoro, dove magari sei stato all’aperto non ti piacerebbe arrivare a casa e trovare un caldo accogliente? Invece sei in un’altra situazione: arrivi a casa, devi accendere il riscaldamento, aspettare che inizi a girare l’acqua calda e che lei a sua volta scaldi l’ambiente, insomma fai in tempo ad andare a letto che la casa è ad appena 20 gradi.

Avere più caldo significa avere la bolletta del gas più alta, anzi potrebbe essere talmente alta che non sai a quanto possa arrivare. Inoltre hai sempre quel pensiero di abbassare il termostato perché altrimenti i consumi sono più elevati e per scaldare con la tua caldaia a gas devi per forza fare girare l’acqua in tutti i termo, altrimenti ti chiederanno soggiorno i pinguini perché staranno meglio a casa tua che al polo Nord.

2 – Per scaldare e risparmiare ci sono mille soluzioni che forse non conosci

Mi ricordo di un cliente, Luigi, che mi raccontò di andare a letto con la cuffia perché a letto gli si faceva la condensa sulla testa. La casa era bella, ma la moglie gli diede l’ultimatum: “o scaldi la casa oppure vado ai caraibi!”. Immagino che ti verrebbe da dire “beato lui”, ma in realtà non sei felice se tua moglie se ne va a Santo Domingo e tu devi stare qua a lavorare!

Luigi non ne poteva più di non arrivare ai 19° in casa e spendere 1500€ di metano! Ora devi sapere che per scaldare ci sono mille soluzioni, ma se al momento non hai tante possibilità, devi smettere di buttare via i soldi in riscaldamento e darli a qualche industriale che vuole avere un calciatore come manichino! Agisci ora! Immagina di avere tutti i consumi del riscaldamento sotto controllo e immagina anche come ti sentiresti libero nel sapere che a fine mese non avrai sorprese, perché decidi tu come e quanto scaldare. Questo è realmente possibile grazie alla stufa o caldaia a pellet, cosa stai aspettando?

3 – Concentra le energie

Dato che stai leggendo questo articolo, in cui ti spiego come smettere di buttare soldi in riscaldamento, ti devo chiedere un piccolo sacrificio. Il mio obbiettivo è farti risparmiare, per aiutarti nel brevissimo tempo e per farlo dovrai smettere di scaldare alcune parti della casa. Se ora spendi 700/800€ di gas e vuoi arrivare ad avere caldo, goderti la televisione, la cucina, o dormire al calduccio, concentra il riscaldamento in quelle zone.

Installando una stufa a pellet potrai goderti il confort di casa tua e spendere al massimo 200 o 300€ in pellet. Non male vero?

Clicca qui sei vuoi iniziare a risparmiare da subito.

Spesso ti capita di fare lievitare le bollette perché dove vivi, non avendo abbastanza caldo, devi andare a mediare negli altri posti. Ti faccio un semplice esempio. Se ti tuffi in una piscina che ha l’acqua a 33°, starai bene per circa 20 minuti poi sentirai che il corpo incomincia ad avere freddo ed avrai voglia di uscire (se stai semplicemente in ammollo). Quando poi sei fuori, hai voglia di stare al caldo per recuperare calore. Se invece vai in una vasca dove c’è l’acqua a 41°, dopo 5 minuti che sei dentro sudi, dopo 10 minuti vuoi uscire e a 15 minuti cerchi di andare in un posto fresco per rilassarti. Quindi se anche tu vivi in una casa dove ci sono 19° non avrai mai la soddisfazione di avere la casa calda senza spendere.

Con poco riuscirò a FARTI RISPARMIARE ed avere CALDO! Ah, dimenticavo senza farti arrivare la casa a 41°. Clicca qui.

4 – Risparmi anche nel guardaroba perché d’inverno puoi girare in maniche corte

Oltre ad avere un caldo, sano, piacevole e che ti coccola, potrai stare in casa in maglietta, senza dover tenerti il maglione. Si perché quando stai al caldo puoi evitare di tenere la tuta da sci, sarai più comodo di muoverti, di rilassarti e senza avere il pensiero assiduo della bolletta che ti arriverà.

Il futuro per le persone è un macigno quanto il passato e il non sapere cosa ti succederà per colpa di quello che stai facendo ti porta allo sfinimento! Se invece, vedi che consumi un sacco di pellet che paghi pochi euro, misuri quanto ti dura, sai quando lo ributti dentro è tutta un’altra storia, molto più semplice e vivibile. Sai quanto spendi e questa volta il caldo, LO SENTI.

 5 – Se è primavera sei fortunato

Non tutti hanno la fortuna di decidere quando fare le cose, quando sei costretto spesso spendi di più. Il classico esempio è la vacanza al mare per ferragosto in un hotel con ottimi servizi. Se non puoi andarci in Luglio e puoi andarci solo ad Agosto, in questo periodo spendi di più, hai le giornate più corte, hai meno posto per stare in spiaggia perché si è fissi come le sardine e trovi coda in autostrada per gli esodi. Mentre invece se ci vai a Luglio hai giornate più lunghe e ti godi il mare, hai la spiaggia più spaziosa e ti resta qualche euro in più in tasca. Con il tuo riscaldamento è uguale, se ti attrezzi per scaldare casa quando gli altri pensano a mettere su il condizionatore, hai la vita più facile, questi sono alcuni dei benefici dell’agire in questo momento:

  • Hai più tempo per essere seguito
  • Hai più sconti
  • Hai il lavoro fatto con più cura
  • Trovi le giornate più belle (se piove si fa più fatica a stare sul tetto)

6 – Vuoi andare in vacanza l’anno prossimo?

Continuare a rimandare la scelta di potersi scaldare in modo più INTELLIGENTE, ti porta a dover rinunciare alle vacanze. Spesso quando sei a Giugno ti arriva il conguaglio del gas, fino ad allora hai la vacanza in incognita. Mi ricordo di un cliente (che ora è diventato amico), gli piaceva andare a fine giugno a Milano Marittima. Era una tradizione che gli era arrivata dalla madre, appena finiscono le scuole si parte e si fanno 2 settimane al mare! A 23 anni è andato a convivere e dopo il primo inverno non poté più prenotarsi nemmeno 5 giorni perché gli era arrivata la bolletta del metano di 850€! Ovviamente era solo il conguaglio! Quell’anno rinunciò la vacanza e si rivolse a noi per poter risparmiare, da allora 10 giorni al mare non glieli toglie più nessuno!

Prova a Immaginare se negli ultimi 5 anni non fosse mai potuto andare al mare perché gli arriva sempre il conguaglio, probabilmente non avrebbe più una famiglia. PIÙ RIMANDI, PIÙ RESTI PRECARIO.

Vedere i propri amici che vanno al mare perché hanno risparmiato grazie alla stufa a pellet e non poterci andare perché devi pagare il gas non è facile da mandare giù.

Risponditi sinceramente sul metano: pensi di avere effettivamente il controllo totale sul tuo riscaldamento?

Se la risposta è no, non esitare ancora, la soluzione è proprio qui sotto ai tuoi occhi.

CLICCA QUI

Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti.

Alberto.

 

[/et_pb_text][et_pb_code admin_label=”Codice”][/et_pb_code][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Facebook
Facebook
YouTube
Twitter
LinkedIn

Commenti

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.