La bufala delle Stufe a pellet e legna bandite in Italia!

Domenica 30/09/2018

Da domani inizia il blocco! Ecco come comportarti!

Hai la stufa a biomassa (legna o pellet)? DA OGGI starai AL FRESCO?

Dal 1 ottobre 2018, dovranno restare spenti tutti gli apparati a biomassa di cui:

  1. non classificati
  2. con una stella
  3. con 2 stelle

Quindi la notizia che non possono più funzionare apparati a biomassa è vera. MA SOLO IN PARTE.

Per non cadere in qualche tranello, innescato da qualche furbo venditore, leggi attentamente questo articolo, prima di sperperare energia, tra acquisti evitabili, multe o sanzione, che potresti farne meno.

Tutti generatori sono banditi e di conseguenza non potrei più bruciare pellet o legna?

Stai tranquillo, non è vero! 

Il nuovo decreto, emanato in Piemonte, Lombardia e in Emilia Romagna ha introdotto delle restrizioni sull’utilizzo di apparati a pellet che hanno meno di 3, 4, o 5 stelle.

Per le stufe la valutazione si fa con le stelle

E’ importante solo il rendimento?

Il rendimento, cioè quanto calore il generatore è in grado di emanare grazie al combustibile utilizzato per scaldare l’abitazione, è uno dei fattori che porta alla classificazione. Ma non il solo…

Attenzione, alle emissioni

Alcuni camini, hanno rendimento che supera 85%, ma non è detto che siano a 4 stelle, perché l’emissione di polveri sottili non deve superere i 30 mg/Nm3, se supera questa soglia il generatore diventa 3 stelle e se supera i 40 mg/Nm3, diventa a 2 stelle (non più utilizzabile).

Esempio reale

Di seguito, pubblico i parametri di un camino a legna, che anche se ha un rendimento reale che supera l’85% ha solo 2 stelle e quindi, non più installabile e tanto meno utilizzabile per riscaldare!

Prestazioni

Potenza termica nominale7,0 kW
Gamma della potenza termica4,9-9,1 kW
Potenza termica nominale – acqua
Rendimento>85 %
Altezza sportello cornice378 mm
Larghezza sportello cornice751 mm
Larghezza totale860 mm
Profondità totale408 mm
Diametro uscita fumi Ø180 mm
Funzionamento dello sportelloa battente
Peso171 kg

Come devono essere la stufa, il caminetto o caldaia che POSSONO funzionare

Il generatore di calore deve essere stato testato da un ente accreditato, che certifica quante polveri sottili vengono emesse e quanto rendimento ha.

Non basta quindi avere un apparato a legna con un buon rendimento (esempio l’85%) ma deve anche emanare un fumo povero di polveri (cioè che inquina poco).

Quali sono i generatori di calore che possono o non possono essere utilizzati?

Senza stelle NON si SCALDA!!!

  1. senza classificazione: NON POSSONO PIÙ’ ESSERE UTILIZZATI
  2. camini estetici: POTRANNO FUNZIONARE, per tali camini si intendono camini fatti a misura della casa (non è valido un cartongesso personalizzato ma il camino in se, ciè la struttura il ferro deve essere realizzato su misura della casa, da artigiani o produttori specializzati in fumisteria)
  3. barbecue o generatori per cucinare (come camini dove cucinare alla griglia o cucine a legna)
  4. 1 o 2 stelle: NON POSSONO PIÙ’ ESSERE UTILIZZATI
  5. 3 stelle: si possono installare fino al 2020 ed utilizzarlo per molti anni, ma con limitazioni in periodo con blocchi specifici (esempio se ci fosse un giorno dove c’è bisogno di abbassare le polveri sottili, tali apparecchi devono rimanere spente)
  6. 4 e 5 stelle: PERFETTI PERCHÉ’ POTRANNO ANDARE PER SEMPRE, anche se ci fosse blocco per traffico intenso

Come mai c’è questo decreto? come mai è sparsa questa voce che il pellet e le legna non sono più utilizzabili?

La scusa, che viene utilizzata è che il 4% delle polveri sottili della Pianura Padana è dovuta all’utilizzo delle biomasse.

La mia realtà è, che andando a pellet o legna, consumi meno gas (puoi anche non consumarlo del tutto). Il gas è in mano a pochi tiranni, che riescono a creare lucro in modo semplificato.

La legna, sarà sempre disponibile anche da contadini e vivaisti. Ma anche tu stesso, potrai un giorno avere un giardino, che avrà delle piante, che tagliandole o potandole, daranno l’energia che ti permetterà di scaldare la tua famiglia.

Essere libero è quella qualità che cercheranno sempre di vietare perchè la libertà può anche essere pericolosa.

Riscaldare con il tuo gas è irrealizzabile, scaldare con la legna dei campi era quello che facevano i nostri nonni!

Se la legna e il pellet fossero così nocivi, perché l’Europa ha stanziato finanze per investire anche in quella direzione?

Solo caldo certificato per la tua abitazione con Fuoco Sicuro

Se hai il desiderio di avere un bel fuoco in casa, stai certo che puoi averlo. Basta semplicemente che il tuo fuoco sia certificato.

Non per altro, il GSE, quello che eroga incentivi a chi ha fatto impianti fotovoltaici negli anni passati, ha stanziato un fondo per la bio-massa, chiamato conto termico.

Il conto termico, eroga in pochi mesi, una somma di denaro per chi elimina il vecchio generatore che inquina per uno nuovo che scalda di più, consumando e inquinando meno.

Se il pellet e la legna fossero banditi, potrebbe esserci un fondo che ti premia se installi solo i generatori che hanno quanto 3-4-5 stelle?

Multe e sanzioni?

Si purtroppo ci sono. Infatti sarà sanzionato, chi verrà trovato a far funzionare un generatore che non è 3-4-5 stelle.

Il testo sotto è stato copiato pari pari dal sito:

http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRedazionale/servizi-e-informazioni/cittadini/Tutela-ambientale/Qualita-dell-aria/misure-di-limitazione-per-qualita-aria/misure-di-limitazione-per-qualita-aria

A seguito della sottoscrizione dell’ Accordo del Bacino Padano, e delle dd.G.R. attuative n. 7095/2017 e n. 7696/2018, nonché dalla d.G.R. n.449/18 di aggiornamento del PRIA, sono state stabilite nuove disposizioni per l’installazione e l’utilizzo dei generatori di calore a biomassa legnosa.

In particolare è in vigore su tutto il territorio regionale:

  • il divieto di nuova installazione di generatori di calore alimentati da biomassa legnosa con prestazioni emissive inferiori a quelle individuate dal DM n. 186 del 7/11/17 per le seguenti classi:
  • “tre stelle”, per i generatori installati dall’1.10.2018 ( obbligo di installazione di generatori ad almeno 3 stelle) ;
  • “quattro stelle”, per i generatori installati dall’1.1.2020 ( obbligo di installazione di generatori ad almeno 4 stelle)
  • il divieto di utilizzo di generatori di calore alimentati da biomassa legnosa con prestazioni emissive inferiori a quelle individuate dal DM n. 186 del 7/11/17 per le seguenti classi:
  • “due stelle”, per i generatori in esercizio dall’1.10.2018 (divieto di utilizzo per i generatori a 0 o 1 stelle);
  • “ tre stelle”, per i generatori in esercizio dall’1.1.2020 (divieto di utilizzo per i generatori a 0 o 1 o 2 stelle);
  • dal 1 ottobre 2018, nei generatori di calore a pellet di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, l’obbligo di utilizzo di pellet di qualità che rispetti le condizioni previste dall’Allegato X, Parte II, sezione 4, paragrafo 1, lettera d), parte V del decreto legislativo n. 152/2006, e che sia certificato conforme alla classe A1 della norma UNI EN ISO 17225-2 da parte di un Organismo di certificazione accreditato, da comprovare mediante la conservazione obbligatoria della documentazione pertinente da parte dell’utilizzatore.

I controlli sono effettuati dalle Province – nei Comuni aventi meno di 40.000 abitanti – e dai Comuni con popolazione maggiore di 40.000 abitanti, nell’ambito delle verifiche sugli impianti termici.

La sanzione in caso di inosservanza è quella disciplinata dall’art. 27, comma 4, della Legge regionale n. 24/06 (da 500 a 5.000 €).

Grazie ad un’attenta progettazione e regolazione della combustione, molti generatori di fabbriche competenti del settore, possono essere regolarmente utilizzati nel Bacino Padano anche durante i periodi di massima allerta inquinamento, e sono i generatore a 4 e 5 stelle!

Consiglio attuale!

Da una parte ricevi rischi e sanzioni che arrivano fino a 5000€, se continui ad utilizzare un generatore con meno di tre stelle…dall’altra parte ricevi denaro, sul tuo conto corrente bancario, entro pochi mesi, se decidi di cominciare a consumare e inquinare meno.

Quindi ora:

  1. controlla la classificazione della tua stufa, caldaia o caminetto. Quando entrerai nel  sito del produttore della stufa, (esempio: Piazzetta vai su http://www.piazzetta.it/it-IT/info-point), cerca la sezione con una di questi termini
    1. normative ambientali
    2. classificazione stelle
    3. certificazione aria pulita
    4. inquinamento
  2. se non trovi nulla al riguardo probabilmente la fabbrica si sta adeguando o lo farà a breve, quindi potrai chiamare direttamente per avere maggiori informazioni, oppure il tuo generatore non è classificabile
  3. se è più di 3 stelle sei ok, non corri il pericolo sanzioni
  4. se è meno e vuoi stare al caldo, rivolgiti ad installatore competente.
NOTA BENE:

Nel caso non sia possibile individuare la classe di qualità del generatore, né con il motore di ricerca qui presente né all’interno dei cataloghi predisposti dalle Regioni, il prodotto si deve intendere con classe inferiore alle 2 stelle.

Quale categoria è meglio scegliere?

La categoria a 5 stelle è la migliore, anche se è difficile trovare stufe/caldaie/ caminetti con prestazioni tale per poter essere classificato 5 stelle!

Perchè il generatore possa essere a 5 stelle, deve avere un altissimo rendimento e bassissimo inquinamento.

I generatori a 3 stelle, sono molti e i nuovi sono quasi tutti 4 stelle; facili da reperire.

Qualche generatore a 5 stelle è già stato individuato ed è pronto per i più scaltri, che vogliono portarsi avanti di 20 anni.

Vuoi essere sicuro di non sbagliare nel fare la scelta per il riscaldamento della tua casa? Contattaci subito per avere ulteriori informazioni. Troveremo insieme la soluzione ideale per le tue esigenze con le migliori stufe sul mercato a prezzi supervantaggiosi grazie ai numerosi incentivi.

Commenti

Share This